Cena molecolare 2019: un'esperienza ATOMICA

A distanza di poco più di un anno, domenica 29 settembre è stata riproposta la cena molecolare. Ideatore dell’iniziativa il professor Marco Zanotto, insegnante di Scienze in tutte le classi dei licei. Protagonisti indiscussi gli alunni del triennio sia dello Scientifico che del Classico, supportati dagli ex alunni delle Quinte, che nel giugno del 2018 erano stati i primi a sperimentare questa originale iniziativa in cui la chimica dà una mano alla cucina.

Tutti hanno dato il proprio contributo con entusiasmo e grande generosità: chi ha preparato i biglietti d’invito e li ha distribuiti ad amici e parenti, chi, sfruttando conoscenze di fisica ed elettronica, ha approntato il “bagnetto” per la cottura della carne a bassa temperatura, chi nella palestra della scuola, con guanti e cuffiette igieniche, ha affettato verdure, tritato noci, impastato gnocchi. Il menù era ambizioso: aperitivo, antipasto a base di verdure fritte nel glucosio, gnocchi di patate ripieni di noci, gorgonzola e gelatina di pera, costine di maiale cotte per 19 ore a temperatura costante di 70°C, cheesecake ai frutti di bosco. 

Domenica sera, i ragazzi in camicia bianca e pantaloni neri hanno servito ben 193 commensali ai tavoli allestiti nel cortile della scuola, mentre i colleghi della cucina si destreggiavano tra pentole e processi chimici, diretti dal professor Zanotto e dallo chef Marco, indispensabile per gestire le smisurate dosi di cibo. Intanto il gruppo “Garage keepers” di ex allievi allietava la cena con la sua musica. 

Il risultato ci ha riempito di enorme soddisfazione: tutto è riuscito a meraviglia e la gioia più grande è sentire che la nostra scuola non vive solo di lezioni dentro le aule, ma diventa luogo di incontri, amicizie, scambi, aiuto reciproco, facendo emergere le potenzialità di ciascuno.

 

 

Altre News

Iscriviti alla newsletter

Accetto i termini e condizioni e la privacy Leggi di più

Contattaci